Seleziona una pagina
“Ci sono diverse criticità emergenti nei bandi di gara per i lavoratori dei Musei Civici. Per due di questi bandi la situazione è estremamente delicata.
Per le pulizie e per i servizi museali integrati, chiedo la massima attenzione della Fondazione Musei Civici e del Comune di Venezia (stazione appaltante), affinchè siano mantenuti i contratti collettivi fino ad oggi applicati.
Il contratto multiservizi è il contratto collettivo utilizzato negli ultimi vent’anni ed esso prevede da un lato livelli salariali accettabili e dall’altro, soprattutto, la clausola sociale. Quest’ultima pone l’obbligo, per il datore di lavoro che subentra, di assumerne i lavoratori già presenti nel sito produttivo e di mantenere i livelli occupazionali.
Stigmatizzo il fatto che la stazione appaltante, cioè la Fondazione Musei Civici e il Comune abbiano approfittato di una prima versione del nuovo Codice dei Contratti pubblici DLGS 50/2016, versione poi superata, per omettere la clausola sociale, mettendo così a repentaglio il futuro di centinaia di famiglie.
Sostengo le forze sociali e i sindacati che partecipano alla lotta dei lavoratori vigilando affinchè nessun posto di lavoro venga messo a rischio. Sostengo altresì la richesta di mantenimento del monte ore e dei livelli salariali individuali”.
Elena La Rocca
Capogruppo M5S Venezia