Seleziona una pagina

Da 25 giorni stiamo respirando polveri sottili (pm10) oltre al limite massimo ammesso per legge.

Abbiamo già presentato in Consiglio due mozioni che propongono soluzioni per tamponare l’emergenza. Abbiamo proposto strategie per risolvere il problema sul lungo termine.

Tutto ciò è stato ignorato dall’amministrazione.

Oggi protestiamo in Consiglio, per attirare l’attenzione della cittadinanza su un tema di salute pubblica. L’altissimo tasso di pm10 aumenta sensibilmente il rischio di contrarre malattie tumorali ai polmoni.

I soggetti più a rischio sono i bambini.

E’ gravissimo che a mezzo stampa appaiano solo proposte di organizzare “tavoli” o “coordinamenti” su un tema che va affrontato immediatamente con soluzioni drastiche.

A Marghera la centrale elettrica di Enel va ancora a carbone e da sola emette polveri sottili per l’equivalente di un miliardo di automobili. Inutile quindi chiedere ai cittadini di abbassare il riscaldamento che, tra l’altro, a Venezia, va a metano e non emette polveri sottili!

Bisogna chiedere un fermo alla centrale a carbone di Enel. L’energia mancante potrebbe essere prodotta dalle altre centrali elettriche presenti sul territorio o da qualche altra centrale della rete elettrica, anche di altre città.

Questo dobbiamo chiedere tutti assieme, se ci interessa la nostra salute.

Per approfondimenti:

http://www.grillivenezia.org/wordpress/2015/12/22/emergenza-pm10/