Seleziona una pagina

In Commissione abbiamo discusso una nostra mozione sul parcheggio P5 dell’Aeroporto.

Il P5 è stato costruito con materiali altamente inquinanti: arsenico, piombo e mercurio .. che potrebbero aver raggiunto la falda acquifera.

ENAC dovrebbe vigilare sul rispetto della normativa, ma sembra essere piegata agli interessi di SAVE, la società che gestisce l’Aeroporto: insomma non svolge la sua attività di controllo.

Il parcheggio è aperto al pubblico in assenza del collaudo tecnico amministrativo, in totale spregio della normativa sui lavori pubblici!

Ma com’è possibile tanta inadempienza senza che nessuno fiati?

Nessuno dice niente, Sindaco incluso e va a finire che, per un soffio di vento, cascano gli alberi sulle macchine parcheggiate.

Ma andiamo con ordine.

La gestione dei parcheggi dell’aeroporto di Tessera è in mano ad una società concessionaria di SAVE:  Marco Polo Park S.r.l.

Nel 2011, viene realizzato un nuovo parcheggio, il così detto “P5”, per circa 1200 posti auto, all’angolo tra via Ca’ del Mosto e via Galileo Galilei, su un appezzamento di terreno densamente piantumato.

La Regione, competente per il rilascio della Valutazione d’Impatto Ambientale, esclude la necessità di tale procedura, a patto che vengano rispettate alcune prescrizioni, tra le quali:

  • Fare un’analisi del terreno (la così detta “caratterizzazione” del terreno).
  • Inserire percorsi pedonali dotati di alberature.
  • Creare 16 aiuole da 10m x 10m.

Tutto ciò non viene fatto , ma il parcheggio viene comunque aperto al pubblico!

Le analisi di ARPAV e la caratterizzazione del terreno, (che arriva solo quattro anni dopo), fanno emergere  quello che il Nucleo Operativo Ecologico dei carabinieri sospettava: il terreno è altamente inquinato.

I lavori sono stati fatti dalla ditta Mestrinaro, già indagata per l’utilizzo di un composto cementizio creato mescolando calce e cemento a materiali tossici pericolosi.

Con la mozione chiediamo a Sindaco e Consiglio d’interessarsi alla questione, poiché il Sindaco è  responsabile della salute pubblica e perché nessuno, a parte il Movimento, pare interessarsi alla vicenda.

Il 14 aprile il Consiglio Comunale dovrà affrontare la questione: secondo voi approverà la mozione?

Non sappiamo se, e in che misura, la falda acquifera sia stata inquinata. Certo però è che vogliamo andare a fondo della questione.

Vi terremo aggiornati. Intanto fate passaparola, perchè l’attenzione di noi cittadini è la nostra miglior tutela!

 

http://www.google.it/url?url=http://www.veneziatoday.it/cronaca/alberi-caduti-inquinamento-aeroporto-marco-polo.html&rct=j&frm=1&q=&esrc=s&sa=U&ved=0ahUKEwi9yP7E6qjJAhUEWiwKHbCdAh4QFggaMAE&usg=AFQjCNFZ6YdCnrPkIFMCdpJQqHHazx2Xbg

http://www.ecoblog.it/post/159097/venezia-alberi-cadono-per-linquinamento-del-sottosuolo

Aeroporto Venezia: rischio ambientale del parcheggio P5