Seleziona una pagina

Questo resoconto riguarda l’attività istituzionale avvenuta tra fine settembre e il 20 ottobre 2015. Non è esaustivo di tutto ciò che è successo a Cà Farsetti dall’insediamento del Consiglio in poi, ma penso possa contribuire a rendere trasparente l’attività del Movimento 5 Stelle nelle Istituzioni.

Il 24 settembre ha avuto luogo il Consiglio Comunale.

Tra le mozioni in votazione, ne ho presentata una che sollecita la razionalizzazione del sistema di società partecipate. E’ stata approvata dal Consiglio all’unanimità.

Questo il link alla mozione:

http://consigliocomunale.comune.venezia.it/?pag=srchatti_3_36&m=1_componenti

A distanza di un mese tuttavia, non è stata convocata la commissione tematica e non è stato avviato un dibattito sul tema. Il riordino delle società dovrebbe avvenire con la partecipazione di tutta l’Amministrazione e non solo tra Sindaco e Assessore al bilancio.

Se avete qualcosa da dire sul riordino delle società partecipate e delle partecipazioni societarie, contattateci e faremo tesoro del vostro contributo.

Una seconda mozione era sul parcheggio P5 dell’aeroporto.

Nell’area aeroportuale SAVE ha costruito un parcheggio con materiali probabilmente inquinati (cfr. verbale NOE di Venezia). Gli alberi stanno cadendo, con pericolo per i fruitori del parcheggio (ad oggi sono più di tre le macchine danneggiate), ma soprattutto c’è il rischio di un danno ambientale poiché le sostante inquinanti potrebbero entrare nella falda acquifera e riversarsi in laguna.

Questo il link alla mozione:

http://consigliocomunale.comune.venezia.it/?pag=srchatti_3_47&m=1_componenti

La mozione è stata spostata in commissione dove dovremo dimostrare il pericolo d’inquinamento della falda acquifera. Se avete competenze tecniche sul tema, vi chiedo di contattarmi.

Un’altra mozione è stata presentata su richiesta di alcuni attivisti e cittadini. Riguarda il penitenziario di S.Maria Maggiore e la necessità di fornire un paio di stalli di sosta per gli agenti in reperibilità. Gli agenti, infatti, non hanno un parcheggio eppure devono essere reperibili per emergenza, recandosi in carcere prima possibile. Ecco il link:

http://consigliocomunale.comune.venezia.it/?pag=srchatti_3_77&m=1_componenti

Un’interrogazione è stata presentata su istanza di un cittadino che chiedeva se il Piano Particolareggiato di iniziativa pubblica Terminal di Tessera potesse ritenersi approvato. L’interrogazione s’inserisce nelle attività che stiamo facendo per cercare di salvare il Terminal dalla speculazione dei privati.  Qui trovate la mozione e la relativa risposta scritta.

http://consigliocomunale.comune.venezia.it/?pag=srchrisp_1_6&m=1_componenti

Il 29 settembre si è riunita la VI commissione dov’è stato presentato l’annuario sul turismo.

Sono stati forniti una serie di dati e statistiche legati ai flussi del turismo pernottante, che ricordo essere stimato nel 25% del turismo totale (il 75% dunque è giornaliero).

Come Movimento abbiamo fatto presente la necessità di interpellare quegli attori che sul territorio hanno avanzato proposte di gestione dei flussi (es. Pass4Venice, proposta di Scurati etc.). Abbiamo suggerito di prepararci alla gestione di nuovi e diversi flussi, che arriveranno da paesi che ad oggi non hanno portato turismo di massa, come India e Cina, ma che si stima avranno picchi di crescita significativi nei prossimi anni.

Il primo ottobre, la III commissione si è riunita per illustrarci il sistema delle cure palliative. Sono state descritte le realtà degli  Hospice e la rete del volontariato di AVAPO, che offrono assistenza ai malati non curabili rispettivamente in strutture ospedaliere e in casa. E’ stata una commissione di tipo informativo sull’ attività che queste strutture offrono a chi accudisce malati non curabili. Attività di pregio certamente, ma non ancora sufficienti a soddisfare la richiesta che c’è sul territorio.

Il primo ottobre c’è stata la commissione sul patrimonio comunale

Il Comune possiede 17.084 unità immobiliari di cui 5.508 unità immobiliari residenziali, 10 453 non residenziali  e 1123 pertinenziali.

Nel dettaglio le 5.508 unità di edilizia residenziale pubblica (ERP) si suddividono in 656 libere e 4754 occupate.

Delle 656 libere, 45 sono in corso di assegnazione e 9 in manutenzione.

Delle abitazioni occupate, 98 sono occupate senza titolo (il numero include quelle con assegnatari che hanno perso il titolo nel tempo).

Su questo tema, abbiamo fatto presente la necessità di intervenire a livello normativo. Le case del Comune infatti, pur assegnate per fasce di reddito basse, rimangono agli inquilini finché il loro reddito non supera i 100.000 euro.

Evidentemente con un reddito di 80 o 100 mila euro non si ha bisogno della casa comunale e un intervento normativo libererebbe un po’ di case per renderle disponibili a chi ha bisogno.

Il 5 ottobre con la III commissione siamo stati in visita alla Banca degli Occhi presso il Padiglione Rama dell’ospedale all’Angelo. La Banca degli Occhi non  ha legami diretti con il Comune ed ha invitato la Commissione nell’ambito di una campagna per la raccolta fondi per la sua attività di ricerca e di trapianti di cornea.

Infine abbiamo presentato una mozione a sostegno del progetto Famiglie Insieme di Barchetta Blu, che riguarda un asilo nido, i nidi in famiglia e diverse attività correlate:

http://consigliocomunale.comune.venezia.it/?pag=33&p=3

Ad agosto, infatti, l’Assessore Paolo Romor aveva comunicato che il servizio fornito da quest’associazione, non avrebbe ottenuto finanziamenti per l’anno in corso e per il 2016.

Questa notizia ha provocato la reazione dei genitori che avrebbero dovuto portare i bambini in quel nido o nei nidi in famiglia.

Abbiamo messo in campo un’azione istituzionale e di pressione, che, ci tengo a specificare, non è in aiuto a Barchetta Blu in quanto tale, ma è in difesa del servizio essenziale che l’Associazione coordina da ormai da 16 anni: asilo nido, nidi in famiglia e attività educative di altissimo livello.

Il nostro sostegno va anche alle altre realtà private che offrono analoghi servizi e rischiano i tagli per il prossimo anno. Queste realtà agiscono, infatti, sopperendo alla carenza di servizio pubblico. L’obbiettivo del Movimento 5 Stelle nel lungo termine, però, rimane portare nell’alveo del pubblico tutti i servizi educativi.

Questo filmato riassume parte dell’attività precedente al mese di ottobre (istituzionale e non) ed è stato fatto in Assemblea:

A presto!

Elena